Il triennio d'oro - Giorgione Calcio

GIORGIONE CALCIO

Official Website
Vai ai contenuti

Menu principale:

Il triennio d'oro

Società > Storia
Il testo è tratto, per gentile concessione dell' autore Stefano Negro, dal libro "Una Stella, 100 anni, Mille Storie".

La stagione ’94-’95, iniziata sotto i migliori auspici e poi degenerata, termina amaramente per il Giorgione: perso malamente lo spareggio play-out contro il Ponsacco, la squadra rossostellata si ritrova catapultata nel campionato Interregionale, a dover ricostruirsi completamente. Cadono tutte le certezze, a partire dall’abbandono della presidenza del cavaliere Gino Zecchin, dopo 5 anni di felice gestione. Fortuna vuole che a prendere il suo posto sia il cavaliere Angelo Carron, persona fortemente stimata dallo stesso Zecchin, e fino a quel momento coinvolto nell’avventura castellana in qualità di sponsor. Come prima cosa Carron rivoluziona tutta la squadra, con tantissimi nuovi acquisti di esperienza, in previsione di condurre un ottimo campionato Interregionale al fine di riconquistare subito la C2. La rosa a inizio stagione è composta dai portieri Azzalini, Bellato e Ballico; i difensori Albarello, Belardinelli, Favaro, Graziano, Cartini e Monetti; i centrocampisti Riondato, Conte, Gobbato, Marchetto, Mendo, Mantovani, De Stefani e Carrer; gli attaccanti Rizzi, Olmesini, Boninsegna, Dego e Bellon. Ballico, Favaro e Carrer provengono dal settore giovanile e del vecchio Giorgione rimangono solamente Gobbato, Marchetto e De Stefani. Ma a qualche settimana dall’inizio dei campionati dalla Federazione arriva la lieta notizia di un ripescaggio nella serie maggiore, in virtù dei meriti sportivi e di tradizione calcistica della città di Castelfranco. In questa nuova prospettiva, il Giorgione, guidato dal neo-mister Luigi Capuzzo, si appresta ad affrontare con rinnovato entusiasmo, il campionato professionistico. La prima parte di stagione sguscia via con un Giorgione che si assesta nelle posizioni di metà classifica, in un girone proibitivo in cui militano squadre del calibro di Ternana, Triestina, Livorno, Treviso, Fermana e Rimini. Tutto sta andando per il meglio, considerate le previsioni di inizio stagione, e a incalzare gli entusiasmi arriva con il mercato riparatorio di novembre il grande acquisto che tutti i tifosi aspettavano: Edy Baggio, fratello minore del fuoriclasse Roberto, appena passato al Milan. Con una serie di risultati altalenanti il Giorgione arriva al giro di boa con 22 punti in classifica, al nono posto. Si sono poste le basi per un girone di ritorno tranquillo e una salvezza senza patemi d’animo. Il Giorgione convince, gioca bene, e si presenta ad ogni gara con una formazione offensiva e tenace. Gli schemi di mister Capuzzo sono stati appresi dai giocatori, che assieme esprimono un calcio brillante e inanellano prestazioni importanti contro squadre blasonate, come ad esempio i due pareggi fuoricasa contro Triestina e Treviso, tanto che a quattro giornate dal termine il Giorgione comincia a cullare il sogno play-off, trovandosi a soli due punti dall’ultimo posto utile. Ma alla fine si tratterà appunto soltanto di un sogno. La realtà vede il Giorgione spegnersi un po’ negli ultimi incontri e terminare la stagione nella parte medio alta della classifica, subito alle spalle delle grandi. A conti fatti la squadra rossostellata ha superato le aspettative, ha regalato nuove emozioni a dirigenti e tifosi e ha creato le premesse per una stagione da protagonisti nel ’96-’97.
A.S.D. GIORGIONE CALCIO 2000 - Via Rizzetti 5 - 31033 Castelfranco Veneto (TV) - Tel. Fax 0423721084 | Partita Iva N. 03562170260 - Matricola 780617 - E-Mail: prima.juniores@gmail.com














Torna ai contenuti | Torna al menu