Intervista a Manuel Perosin - Giorgione Calcio

          GIORGIONE CALCIO 2000

       Official Website
Vai ai contenuti

Menu principale:

Intervista a Manuel Perosin

Media > L'Angolo delle Interviste
Per le nostre interviste oggi andiamo a conoscere uno dei protagonisti del Giorgione targato Mister S. Esposito,    Manuel Perosin,  centrocampista classe 1992,  al suo secondo anno con la maglia del Giorgione Calcio sulle spalle.

CIAO MANUEL, RACCONTACI UN PO’ LA TUA CARRIERA CALCISTICA?
Sono  cresciuto a Pane e Calcio, nonostante questo nella mia lunga carriera posso dire di aver giocato fin’ora in solo due Club,  ho iniziato a praticare questo sport a 7 anni con  il Montebelluna Calcio che è stato  il Club in cui mi sono formato come giocatore, prima con le giovanili e poi per ben 9 stagioni con la prima squadra di  cui sono stato  anche il capitano; poi due anni fa per vari motivi ho deciso di dare una svolta alla mia carriera  e di accettare l’offerta della dirigenza del Giorgione Calcio e venire a giocare qui a Castelfranco.

ERANO ANNI CHE NON SI VEDEVA UN INIZIO DI CAMPIONATO COME QUELLO DI QUEST’ANNO ( 2 Pareggi,  6 Vittorie, ndr) A CHI VA IL MERITO DI QUESTA PARTENZA CON IL “BOTTO” ?
Più che una partenza con il “Botto” diciamo che è stata una partenza con due pareggi all’agrodolce (Sua quella fantastica punizione che ci ha permesso di pareggiare per 1 – 1  nella seconda di campionato contro il Castelbaldo Masi ndr)  comunque se stiamo facendo quello che stiamo facendo il merito va a tutta la squadra e a quello che c’e’ dietro alla squadra, praticamente al grande  lavoro che Mister Stefano E. e il suo staff hanno fatto e stanno facendo con noi (grazie a nuove metodologie di vedere e concepire il gioco del calcio di cui abbiamo già parlato nelle precedenti interviste ndr), riuscendo a tirare fuori da ciascun giocatore il meglio, evidenziandone i pregi e i punti di forza e allo stesso tempo correggendone  gli errori, questo ci ha reso più sicuri e soprattutto consapevoli delle nostre possibilità, facendoci crescere sia nel gioco che nella mentalità con cui affrontare gli avversari.

QUEST’ANNO PER LA PRIMA VOLTA DA QUANDO SIAMO IN ECCELLENZA GIOCHIAMO NEL GIRONE A, SI DICE NELL’AMBIENTE CHE QUESTO GIRONE SIA PIU’ “FACILE” RISPETTO AL GIRONE B,  PER TE E’ VERO?
Su questo punto non sono d’accordo, a mio avviso i due gironi sono sì diversi ma uno non può essere migliore o peggiore dell’altro, diciamo che  si giocano due diversi stili di calcio, come già detto molte volte nel nostro girone si gioca un calcio più fisico e meno tecnico, noi  siamo una squadra più tecnica   il gioco e sostanzialmente corale  e non  costruito  come succede in molte altre squadre su due o tre soggetti particolari.
In campo ho notato che a  volte facciamo   fatica   ad affrontare  avversari che si chiudono in difesa e che   spezzano di continuo il gioco magari con falli ripetuti, in poche parole,  che non ci lasciano giocare e questa è una caratteristica  di molti Club del nostro girone.

TUTTI CONTENTI DI QUESTO GIORGIONE, MA SECONDO TE, C’E’ QUALCOSA DA MIGLIORARE?
Inutile negare una cosa, siamo tutti felici in questo momento di quello che stiamo facendo e di dove siamo in classifica, ma dobbiamo anche essere consci di una cosa, siamo appena alla metà del campionato d’andata praticamente abbiamo fatto  un quarto della strada e la meta è ancora lontana e quindi non possiamo accontentarci ma anzi dobbiamo spostare  l’asticella ancora  più in alto, in questo momento è inopportuno pensare di essere arrivati.
Per chi ha memoria, l’anno scorso tutto sommato abbiamo fatto un buon campionato: 8° posto finale e salvezza acquisita con vari turni d’anticipo, ma abbiamo anche commesso delle ingenuità abbiamo perso degli incontri e i relativi punti  perché siamo stati troppo  superficiali e alla fine abbiamo perso il treno dei play-off, cose che quest’anno se vogliamo essere protagonisti non possiamo permetterci di fare, penso alla prova di domenica  contro il San Martino Speme, non sarà stata la nostra migliore partita di fronte avevamo un’altra squadra di alta classifica, ma alla fine siamo riusciti a far quadrare il cerchio e a trovare la via giusta per portare a casa i 3 punti, se vogliamo giocare ai vertici del girone dobbiamo sapere che tutto dipende da noi , dobbiamo essere padroni del nostro destino.

UN PENSIERO PER I TIFOSI?
A questa domanda potrei rispondere con due risposte:
Quando ero un “Avversario” venivo sempre con piacere a giocare contro il Giorgione al comunale perché sapevo che ci sarebbe sempre stato quel tifo che negli altri campi del girone il più delle volte mancava.
Ora che sono diventato di “Casa” non posso far altro di ringraziare tutti i tifosi che di domenica in domenica continuano a farci sentire il loro calore, dal gruppo degli Ultras che non manca mai di sostenerci a tutti gli appassionati  la speranza è che visti anche i risultati il loro numero aumenti.
A.S.D. GIORGIONE CALCIO 2000 - Via Rizzetti 5 - 31033 Castelfranco Veneto (TV) - Tel. Fax 0423721084 | Partita Iva N. 03562170260 - Matricola 780617 - E-Mail: prima.juniores@gmail.com
Torna ai contenuti | Torna al menu