Intervista a Marco Muraro, Direttore Sportivo della Prima Squadra - Giorgione Calcio

GIORGIONE CALCIO

Official Website
Vai ai contenuti

Menu principale:

Intervista a Marco Muraro, Direttore Sportivo della Prima Squadra

Media > L'Angolo delle Interviste
20/09/2017
Bentornati nello spazio dedicato alle interviste! Per questo appuntamento abbiamo intervistato il nostro Direttore Sportivo, Marco Muraro.

Marco... Parlaci di te e della tua esperienza prima di approdare al Giorgione.
Beh, ad essere sinceri la mia esperienza è iniziata al Giorgione! Iniziai ad allenare i pulcini a 9 nell’ anno in cui la società rinacque dal fallimento esattamente nell’anno 2000. In quegli anni rimasi a Castelfranco per 4 anni allenando le categorie dei Pulcini a 9 e degli Esordienti. Poi passai all’ A.C. Romano per tre anni facendo la categoria Giovanissimi. Rientrato al Giorgione nel 2007 ho seguito per due anni la categoria dei Giovanissimi.
Nel 2009 sono passato al Cittadella allenando anche qui i Giovanissimi fino al 2012. Lasciato il Cittadella ho aperto e chiuso una piccola parentesi al Campodarsego con la formazione degli Allievi.
Nel 2013 e 2014 rientrai al Giorgione esclusivamente come responsabile della Scuola Calcio senza allenare nessuna squadra.
Nel 2015 per cause di forza maggiore oltre alla Scuola Calcio ho guidato i Giovanissimi Elite.
Nelle ultime due stagioni mi sono dedicato come Responsabile Scuola Calcio e Settore Giovanile.
Ad oggi l’esperienza come Responsabile degli Juniores e della Prima Squadra.

Il tuo mito calcistico?
Il mio mito calcistico? A dire il vero ne ho due. Essendo di fede milanista… Franco Baresi e Paolo Maldini. Due grandi persone altre al mondo del calcio.

La volta in cui sei stato più felice e quella meno nel mondo del calcio?
Molto spesso negli anni in cui ho allenato la felicità è arrivata quando tutto ormai era finito… Campionati, tornei o finali nazionali conclusi. Quando torni a casa di sera e ti soffermi ad analizzare tutta l’annata trascorsa, dai primi allenamenti con i ragazzi, ai concetti che hai voluto far passare a loro e molte volte alla mentalità (lavoro e sacrificio) che hai dovuto “tu per primo” mantenere per far apprendere. Se in quella sera mi rendevo conto che tutti gli obiettivi erano stati centrati allora quello è stato il momento in cui ero più felice.
Il momento meno felice? Penso che lavorando nel mondo dello sport a questi livelli i momenti meno felici sono quelli dove capisci di aver dato tutto, sacrificando il tuo tempo libero, la tua famiglia e il tuo lavoro a persone che invece di “capire” ti giudicano.

Cosa non ti piace di te?
Non sono una persona che parla molto e a volte posso sembrare quello che non sono. Vorrei essere più espansivo.

Se avessi la bacchetta magica in chi ti vorresti trasformare?
Lascio la bacchetta magica ad altri. Voglio vivere la mia vita essendo me stesso. Alla fine poi giudicherò.

La tua qualità e il tuo difetto?
La mia qualità e il mio difetto?
Sarei molto curioso di sentire voi cosa avete da dire…

Le tue manie?
Credo sia l’ordine. E per chi mi conosce...… Palloni e cinesini sempre puliti!

Il tuo genere musicale preferito?.
Bella questa…. Ascolto solo la radio in auto e spesso la tengo spenta.

Il gioco a cui giocavi di più da bambino?
Simone… Che domanda fai? Il calcio ovviamente.

Cosa significa per te essere al Giorgione?
Per me essere al Giorgione non ha un significato. E’ la squadra della mia città e vorrei ritornasse ad avere il blasone che un tempo aveva. Ricordo da bambino i giocatori della Prima Squadra per noi erano come giocatori della serie A. Se li vedevi in piazza parlavi di loro tra amici per una buona mezz’ora. E poi, lo stadio pieno ogni domenica, lo speaker allo stadio che preannuncia i pulman per la trasferta della domenica prossima, la gente che per strada parla della partita tutta la settimana. Queste cose, questo modo di vivere lo sport non hanno prezzo. Ecco cosa è per me il Giorgione.

Cosa ti aspetti dalla stagione appena iniziata?
Non le chiamerei aspettative, siamo partiti con degli obiettivi dove mantenere gli equilibri diventa fondamentale. Sappiamo che la squadra è giovane e spesso con i giovani si possono avere dispiaceri, ma anche grandi gioie. Porsi o rincorrere delle aspettative quest’ anno potrebbe diventare pericoloso. Sappiamo di avere un bel giocattolino per le mani e se ben curato ci potrebbe far divertire.

Progetti Futuri
Ci sto pensando… Molto probabilmente HAKUNA MATATA!
A.S.D. GIORGIONE CALCIO 2000 - Via Rizzetti 5 - 31033 Castelfranco Veneto (TV) - Tel. Fax 0423721084 | Partita Iva N. 03562170260 - Matricola 780617 - E-Mail: prima.juniores@gmail.com














Torna ai contenuti | Torna al menu