La Serie D - Giorgione Calcio

GIORGIONE CALCIO

Official Website
Vai ai contenuti

Menu principale:

La Serie D

Società > Storia
 
Il testo è tratto, per gentile concessione dell' autore Stefano Negro, dal libro "Una Stella, 100 anni, Mille Storie".

La spaccatura in seno al consiglio si perfeziona a più riprese. Le basi si pongono in sede, ma l'atto finale si vive in sala consigliare del Comune, con Zardini che incapace di portare la maggioranza del consiglio dalla sua parte reclama più potere decisionale, altrimenti l'abbandono. L'ala Pietribiasi, con Raoul e Walter, Ostani, Migali, Scudeller, Foscarin è ferma sulle sue posizioni, quindi personaggi come Zardini, Dotto, Pivetta, lasciano la scena. Ma c'è un nuovo gruppo pronto a farsi avanti ed è quello delle Generali, guidato da Colonna, Guolo e Busetto, che vengono affiancati dal dottor Bonaga, Busetto, Nugoletti, Menegotto, Brunati, Nogarotto. Fa parte del consiglio anche Dino Viola, futuro presidente della Roma, che riuscirà anche ad interessare la signora Larizza, proprietaria della Simmel, alle sorti del Giorgione. La signora Larizza assisterà a Giorgione-Belluno del primo gennaio 1970, su una poltroncina appositamente preparatele in tribuna centrale. Angeli custodi Domenico Sartor e Dino Viola. Ma assisterà a una  sconfitta bruciante, un 2 a 0. Nonostante la corte serrata, la proprietaria della Simmel non aiuterà come sperato la società rossostellata. E nemmeno Dino Viola una lira non la darà per aiutare la causa, solo promesse vane. La dirigenza sceglie come allenatore Giorgio Valentinuzzi, originario di Monfalcone. La formazione tipo che affronta la Sene D per la prima volta è questa: Faleschini, oramai affermatosi totalmente; Bonfà, Favaro e Campanaro in difesa; Cerantola, Bresolin, Bellotto e Zerlin a centrocampo; Valente Malipiero e Vomiero in attacco. Il campionato è più che buono, tanto che i rossostellati riescono anche ad arrivare al secondo posto dietro al fuggitivo Rovereto in occasione della decima giornata di ritorno, dopo una vittoria in casa del San Dona. Il primo campionato di Serie D si chiude con un buonissimo sesto posto a 37 punti. L'anno dopo il Giorgione si presenta rinnovato, sempre agli ordini di Valentinuzzi. La formazione tipo diventa questa: Faleschini; Ruttato, Bonfà Cerantola, in difesa; Bellotto, Bresolin, Parolin e Zerlin a centrocampo; Valente Cagnin e Malipiero in attacco. L'inizio non è dei più promettenti, lo stesso campionato, a parte un momento centrale abbastanza buono, scivola ben presto nella mediocrità. A fine campionato Valentinuzzi lascia per accasarsi a Pordenone. La scelta dell'allenatore cade su Eliseo Lodi, ma si rivelerà poco felice. L'annata '70/'71 parte a parole con ambizioni di centro classifica, ma molto presto la realtà apparirà ben diversa. La formazione tipo è questa: Faleschini; Bontà, De Cesaro, Campanaro; Bertoncello, Frezza, Bresolin, Zerlin; Fuser Stocco Bodo. Grande delusione arriva dallo strapagato Frezza, che arrivato a fine carriera, rende poco e gioca ancora meno. Pietribiasi trova il modo per bloccargli i pagamenti, ma si becca la scomunica di Campana, che con un articolo sulla Gazzetta dello Sport, denuncia il fatto e minaccia la radiazione del Giorgione dalla Federazione. La squadra è tra le ultime e verso la fine Lodi viene esonerato per fare posto a Cavalieri, allenatore nelle giovanili. Ma nemmeno l'avvicendamento salva il Giorgione dalla retrocessione. Le partenze di Bellotto (Solbiatese) e Cerantola (militare) si sono fatte sentire, insieme a quelle di Valente, Vomiero e Striuli. Gli arrivi non sono stati all'altezza della situazione ed è successo il patatrac. Ma il vero crollo succede a retrocessione avvenuta, quando l'intera ala delle Generali lascia la scena. Nei tre anni di Serie D si è creata una ulteriore frattura, causata soprattutto dalla tendenza ad accentrare di Pietribiasi e Ostani. Si preparano anni in cui Pietribiasi potrà far decollare  il vivaio insieme al fedele Guarise, ma saranno anche annate avare di soddisfazioni per i tifosi.
A.S.D. GIORGIONE CALCIO 2000 - Via Rizzetti 5 - 31033 Castelfranco Veneto (TV) - Tel. Fax 0423721084 | Partita Iva N. 03562170260 - Matricola 780617 - E-Mail: prima.juniores@gmail.com
Torna ai contenuti | Torna al menu