Si comincia a risalire - Giorgione Calcio

GIORGIONE CALCIO

Official Website
Vai ai contenuti

Menu principale:

Si comincia a risalire

Società > Storia
Il testo è tratto, per gentile concessione dell' autore Stefano Negro, dal libro "Una Stella, 100 anni, Mille Storie".

Il Giorgione ultimissimo a 10 punti, precipitato in Prima Categoria, travagliato da una crisi finanziaria che gli fa rischiare un altro 'crac', passa di mano nel 1979. Esce di scena Pietribiasi, ma soprattutto si chiude quell'epoca caratterizzata dal modo accentratore alla Ostani di gestire la squadra di calcio. Gino Sartor alla conclusione del campionato disastroso prende in mano la situazione e diventa regista del passaggio di consegne. Una trattativa difficile e frenata da vecchi veleni ancora esistenti tra le parti, cioè Pietribiasi da una parte e quel gruppo che negli anni sessanta, dopo aver partecipato alla risalita del Giorgione, si era via via defilato di fronte alla gestione verticistica dell'asse Pietribiasi-Ostani. Ma quel gruppo è oramai maturo per programmare una rinascita della squadra e la trattativa viene portata a termine. Gente nuova e nuova filosofia nell'intendere la gestione di un sodalizio sportivo, anche se all'interno di questo periodo si inserirà la parentesi caratterizzata dalla presidenza Vudafieri, intervallo del tutto particolare anche perché caratterizzato dalla personalità originale del costruttore castellano. Presidente è Siro Guolo, accanto a lui ci sono nomi noti, come Colonna, Zardini, Frattin,  Stocco,  Marin, Salviato.  Guolo e Colonna, della Generali, formano l'asse trainante, ma soprattutto Colonna assumerà un ruolo centrale nei futuri anni d'oro. Gaetano Colonna non è un magnate, ma conta di trovare i fondi necessari traendoli da tante piccole fonti. Quindi la sua presenza risulta fondamentale per riuscire a creare una gestione formata da un nucleo più o meno grande negli anni, di persone. Il collante è proprio il grande lavoro di Colonna, che aiutato dalle sue doti naturali di eleganza, carisma, comunicatività, riesce a coinvolgere un certo numero di professionisti e industriali. Forse è proprio questo il suo grande merito, la capacità di coinvolgere le persone nell'impresa e di farle partecipare attivamente alla gestione. La stagione '79-'80 è di ambientamento, il piazzamento finale è tutt'altro che buono, sest' ultimo alle spalle del Salvarosa terzo. Oltre a subire l'onta del piazzamento finale inferiore il Giorgione perde contro i cugini ambedue i derby: Giorgione-Salvarosa del 16 dicembre '79 finisce 0 a 2, mentre Salvarosa-Giorgione del 27 aprile '80 termina 1 a 0. Ma la dirigenza programma ben presto la risalita con l'allenatore originario di Trieste Ennio Cotterle. Sempre con Guolo presidente, la rosa viene rinforzata. In difesa ai confermati Albanese, Spigarioì, Pisani, Baggio vengono affiancati Amedeo De Cesaro, ritornato dal Mira, e il portiere Diego Pizzolon. A centrocampo viene inserito un altro ex, il focoso Francesco Fasan, mentre Roberto Migliorini ha compiti di regia al fianco di Roberto Manera. Completano il centrocampo Massimo Colombo, Franco Ghion, Nereo Simioni, Alessandro Russello. Mentre in attacco si registra un altro ritorno importante, quello di Roberto Stocco, arrivato da Caerano, che garantisce esperienza, improvvisazione e soprattutto gol. Accanto a lui Giorgio Pivato e i giovane Walter Liviero. La squadra è da vertice, restituisce lo sgarbo dell'anno precedente a Salvarosa, battendolo due volte per 1 a 0, ma a fine campionato il Giorgione è terzo a 36 punti, due in più dei cugini, sesti. Però, non è ancora detta l'ultima parola, c'è ancora una porticina che può portare fuori Castelfranco dall'inferno della Prima Categoria. Si chiama Coppa Veneto e il Giorgione la vince quasi a sorpresa, per 3 a 2, dopo i calci di rigore, ma soprattutto dopo una gara tirata e sofferta, ai danni del forte Martellago. Con questa vittoria, i 10 giugno del 1981, sul brutto campo di Bresseo di Teolo, il Giorgione ha diritto al  ripescaggio in Promozione. E sull'onda dell'entusiasmo per la promozione si affaccia questo nuovo personaggio, che si distinguerà soprattutto per una qualità: lo fantasia.
A.S.D. GIORGIONE CALCIO 2000 - Via Rizzetti 5 - 31033 Castelfranco Veneto (TV) - Tel. Fax 0423721084 | Partita Iva N. 03562170260 - Matricola 780617 - E-Mail: prima.juniores@gmail.com
Torna ai contenuti | Torna al menu